MIT Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare

Sistema Informativo per la gestione delle richieste di contributo per gli interventi previsti dal Programma Innovativo Nazionale per la Qualita’ dell’abitare. Art. 1 Commi 437 e seguenti, Legge N.160 del 27/12/2019

Supporto Amministrativo
Per supporto amministrativo, è possibile richiedere informazioni e chiarimenti al seguente indirizzo di posta elettronica: qualitabitare.diges@mit.gov.it. Verrà data risposta prioritariamente ai quesiti formulati da soggetti eleggibili al finanziamento di cui all'articolo 3 del D.I. n. 395 del 16 settembre 2020, rimandando gli altri soggetti interessati al Programma alla consultazione della sezione FAQ
  • interventi di cui all’art. 3, comma 1, lettere b), c), d) e f) del d.P.R. 380/2001; gli interventi di cui alla lettera e) possono essere ammessi a finanziamento solo in maniera residuale e per specifiche operazioni di densificazione;
  • interventi di auto-recupero;
  • interventi coerenti con quelli di cui alla delibera CIPE 22 dicembre 2017 n. 127;
  • interventi di rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici non utilizzati, dismessi e degradati, anche destinati a usi temporanei;
  • interventi e misure per incrementare l'accessibilità materiale, immateriale e la sicurezza, sia degli edifici che degli spazi, le dotazioni territoriale e i servizi di prossimità;
  • interventi di riqualificazione di quartieri di edilizia residenziale pubblica, di incremento di alloggi di edilizia residenziale sociale, compresi la realizzazione e l’acquisto di alloggi da utilizzare a rotazione per le assegnazioni temporanee;
  • interventi su immobili che sono già stati in passato oggetto di finanziamento pubblico purché si tratti di interventi a completamento degli stessi ovvero su altre parti, purché connesse fisicamente e funzionalmente alla proposta di programma di rigenerazione.
Il contributo massimo riconoscibile per ogni proposta ammessa al finanziamento è di 15.000.000,00 di euro.
  • le spese tecniche di progettazione, di verifica, validazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, collaudo, relative alla realizzazione dell’intervento oggetto della proposta e previste nel quadro economico;
  • le spese per gli imprevisti per un massimo del 10% del costo totale dei lavori e forniture di cui è richiesto il finanziamento e solo se inserite nel quadro economico.
  • Regioni, anche come soggetti aggregatori di strategie di intervento coordinate con i Comuni;
  • Città Metropolitane;
  • Comuni sede di Città Metropolitane;
  • Comuni capoluoghi di provincia;
  • Città di Aosta;
  • Comuni con più di 60.000 abitanti;
Tra i beneficiari del Programma non sono comprese la Regione Trentino Alto Adige e/o le province autonome di Trento e Bolzano e i relativi Comuni, ai sensi dell’articolo 2, comma 109 della legge n. 191 del 2009
Il numero totale complessivo di proposte che può presentare ciascun soggetto proponente è massimo tre.La città di Aosta e i comuni con più di 60.000 abitanti, ancorché ricomprese nelle aree metropolitane, possono presentare fino a tre proposte per il proprio territorio comunale
  • Fase 1:
    trasmissione di una Proposta complessiva preliminare indicante la strategia nel suo complesso e l’insieme di interventi atti a raggiungere le finalità prescritte.
  • Fase 2:
    trasmissione della Proposta complessiva finale, indicante lo stato di avanzamento della stessa.
Le proposte presentate nella Fase 1 sono esaminate e valutate da un’Alta Commissione nominata con decreto del Ministro, applicando i criteri stabiliti nel Decreto Interministeriale n. 395 del 16/09/2020.L’Alta Commissione, a seguito dell’istruttoria, formula l’elenco delle proposte ammissibili a finanziamento con eventuali prescrizioni. La documentazione relativa alla Fase II, trasmessa successivamente dai soggetti beneficiari, viene verificata dall’Alta Commissione relativamente alla coerenza con la documentazione trasmessa nella Fase 1.Al termine della verifica, l’Alta Commissione esprime il nulla osta definitivo al finanziamento.
Gli Enti potranno presentare le domande di ammissione alla Fase 1 solo durante il periodo previsto dall’avviso. Per presentare una domanda di contributo sarà necessario disporre di una utenza valida e attivata
Sono ammesse a finanziamento Proposte definite “Pilota”, ad alto impatto strategico sul territorio nazionale, da cofinanziarsi anche con eventuali ulteriori risorse, ivi comprese quelle di cui al Recovery Fund, come da eventuali indicazioni europee e nazionali, in quanto orientati all’attuazione del Green Deal e della Digital Agenda. Le proposte “Pilota” possono essere cofinanziate fino a 100.000.000,00 di euro ciascuna, per le annualità dal 2021 al 2027, nei limiti degli stanziamenti. In tal caso gli Enti potranno presentare Proposte complessive finali di cui alla Fase 2 solo durante il periodo previsto dall’avviso. Per presentare una domanda di contributo sarà necessario disporre di una utenza valida e attivata
Il Programma è promosso al fine di concorrere alla riduzione del disagio abitativo, con particolare riferimento alle periferie. Nello specifico è finalizzato a:
  • riqualificare e incrementare il patrimonio destinato all'edilizia residenziale sociale;
  • rigenerare il tessuto socio-economico;
  • migliorare l'accessibilità, la sicurezza dei luoghi e la rifunzionalizzazione di spazi e immobili pubblici;
  • migliorare la coesione sociale e la qualità della vita dei cittadini.
Avviso Pubblico Avviso Pubblico – PROGRAMMA INNOVATIVO NAZIONALE PER LA QUALITA’ DELL’ABITARE. Art. 1 commi 437 e seguenti, Legge n.160 del 27/12/2019
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici, Direzione Generale per l’Edilizia Statale e gli Interventi Speciali, Divisione I, rende noto che sulla Gazzetta Ufficiale del 16/11/2020 sarà pubblicato il Decreto Interministeriale n. 395 del 16/09/2020, recante procedure per la presentazione delle proposte, i criteri per la valutazione e le modalità di erogazione dei finanziamenti per l’attuazione del “Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare” di cui all’art. 1 commi 437 e seguenti della Legge n.160 del 27/12/2019. Il Decreto è stato ammesso alla registrazione della Corte dei Conti il 25/10/2020 n. 3405. Al fine di fornire approfondimenti e chiarimenti sul nuovo Programma sono stati organizzati appositi webinar dedicati alle varie Regioni, Città Metropolitane e Comuni destinatari del Programma, secondo il calendario allegato in fondo alla pagina. Per supporto amministrativo, è possibile richiedere informazioni e chiarimenti al seguente indirizzo di posta elettronica: qualitabitare.diges@mit.gov.it

IL DIRETTORE GENERALE

D.ssa Barbara Casagrande

Decreto Interministeriale n. 395 del 16/09/2020 WEBINAR DI SUPPORTO AGLI ENTI PROPONENTI Modello PINQuA
Modello di riferimento da NON UTILIZZARE per la presentazione dell'istanza
Il modello valido per la presentazione verrà generato dal sistema ed associato al codice univoco dell'istanza


E’ stato firmato il decreto direttoriale n. 15870 del 17 novembre 2020 che specifica le modalità e i termini di presentazione delle proposte eleggibili al Programma di cui al Decreto Interministeriale n. 395 del 16 settembre 2020. Decreto Direttoriale n. 15870 del 17/11/2020

Con Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti prot. n. 474 del 27 ottobre 2020 sono stati nominati i membri dell’Alta Commissione ai fini della valutazione delle Proposte del Programma di cui al Decreto Interministeriale n. 395 del 16 settembre 2020.
Nomina dei membri dell’Alta Commissione ai fini della valutazione delle Proposte del Programma
TIMELINE STANDARDTIMELINE PROCEDURA STANDARD
Dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto
INIZIO PRESENTAZIONE DOMANDE
DOCUMENTAZIONE FASE I
Entro 120 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto
TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDE
DOCUMENTAZIONE FASE I
Entro 90 giorni dalla ricezione completa della documentazione
TERMINE VALUTAZIONE
DELL'ALTA COMMISSIONE
Entro 60 giorni dal termine dei lavori dell’Alta Commissione
PUBBLICAZIONE SUL SITO DEL MIT
DEL DECRETO DI APPROVAZIONE DEL PROGRAMMA
Entro 240 giorni dalla pubblicazione del decreto di approvazione dell’elenco di ammissione delle proposte
TERMINE PRESENTAZIONE
DOCUMENTAZIONE FASE II
Entro 90 giorni dalla ricezione completa della documentazione
TERMINE VERFICA DELL'ALTA COMMISSIONE
RILASCIO NULLA OSTA AL FINANZIAMENTO
Entro 60 giorni dalla ricezione del nulla osta al finanziamento
PUBBLICAZIONE SUL SITO DEL MIT
DEL DECRETO DI APPROVAZIONE DELL'ELENCO DELLE PROPOSTE DEFINITIVAMENTE AMMESSE A FINANZIAMENTO
Entro 60 giorni dall’approvazione dell’elenco delle proposte definitivamente ammesse
STIPULAZIONE DELLA CONVENZIONE
O ACCORDO DI PROGRAMMA
TIMELINE PILOTATIMELINE PROCEDURA PILOTA
Dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto
INIZIO PRESENTAZIONE DOMANDE
DOCUMENTAZIONE FASE II
Entro 150 giorni dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto
TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDE
DOCUMENTAZIONE FASE II
Entro 90 giorni dalla ricezione completa della documentazione
TERMINE VALUTAZIONE
DELL'ALTA COMMISSIONE
Accesso al Sistema

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Informativacookies